29 dic 2013

I BUY RECORDS - The Best of 2013 - FREE COMPILATION

 


Coming from two separate continents, and being told in two different languages, somehow we have made it through a complete year of great times together and with you all at I Buy Records
At well over 25,000 hits in this first year, we are beyond flattered to have gotten the support all of you have been cool enough to give!! In being truly grateful for this and to mark the occasion, we've decided to release a free digital download comp, featuring a song we chose from each of the 2013 releases we covered, with the tracklist running in order of them being reviewed as a special thank you to everyone (Shit Out Of Luck was a reissue but it counts cause we say so!). Plain and simple, these are the bands we collectively and individually believed in most. A BIG thank you to the amazing Riccardo Bucchioni for lending his talents in designing the art and then an even BIGGER thank you to each of the wonderful bands who agreed to be a part of this. 
Quite simply, we have nothing to write about if you are not there!! Not much more to say here. We already have written reviews so the only thing left to do is turn up that dial, listen, and stay tuned for more rock n' roll in 2014!!

» VERSIONE ITALIANA «

 

23 dic 2013

The Visitors - 2013 - Yeti



Conobbi i Visitors un po' per caso: girovagando per Youtube alla ricerca di bands nuove, dopo il 500esimo skip consecutivo finalmente sentii un pezzo - South for the Summer - che mi colpì all'istante. Notai subito che una delle voci era decisamente familiare, infatti dopo qualche chiacchiera e un paio di ricerche scoprii che c'è era di mezzo Skottie dei Creeps (anche dei Crusades e  adesso anche di una nuova band chiamata Black Tower) e considerando la mia devozione per il suo gruppo principale...fu quasi automatico innamorarsi in poco tempo anche dei Visitors.
Così dopo un paio di EP, qualche mese fa finalmente è uscito il nuovo full length della band, chiamato Yeti,  ennesima perla targata It's Alive; grazie alla Brassneck Records sono riuscito a procurarmi questo bel vinile, senza essere dissanguato dalle spese di spedizioni dagli Stati Uniti.
Il disco si presenta proprio bene: vinile celeste, inoltre layout e artwork (realizzati da Erin, bassista della band) sono curati nei minimi dettagli, questo senza dubbio è un punto a favore per chi tiene conto anche di quest'aspetto. I pezzi sono stati registrati ad Ottawa nell'inverno del 2011 ai Meatlocker Studios, mixati da Jordan Bell all' Atomic Audio e quindi affidati a Dave Williams del Rock Among Us per il master finale. Una lunga gestazione, senza dubbio, ma ne è falsa la pena.
L'album è composto in totale da 10 tracce che già al primo ascolto sono riusciti ad attirare la mia attenzione.
Infatti, l'ascolto fila liscio come l'olio, con la giusta dose di melodia presente anche nei pezzi con atmosfere più cupe.  Nonostante alcuni brani potrebbero mettere in evidenza delle affinità sia con i Creeps (vedi Nowhere) che con i Crusades (Unicorn In The Mist) orecchie attente non faranno fatica ad individuare una propria personalità anche per questa band, grazie anche alla frequente alternanza di tre ottime voci, che rappresentano sicuramente il vero valore aggiunto della band.
Sinceramente questi pezzi mi piacciono tutti, e scegliere dei preferiti non sarebbe giusto. Certo, se dovessi consigliare cosa ascoltare per prima vi indicherei Surfin', Vlad (c.1458), Nowhere o Havin' Fun (On A Mountain Top).
Tutto sommato il 2013 è stato un'anno soddisfacente, che ci ha regalato ottimi dischi e tante belle sorprese, e non fatico a mettere Yeti nella mia personale TOP 5.  Non mi resta quindi che sperare di poterli vederli dal vivo da queste parti prima o poi. Nel frattempo, ascoltate e poi acquistate, andrete a colpo sicuro.
» ENGLISH VERSION «


TRACKLIST
Side A
01 - Havin' Fun (On A mountain Top)
02 - Amsterdam
03 - Nowhere
04 - Golden Coast
05 - Unicorn In The Mist
Side B
06 - Vlad (c.1458)
07 - Miles
08 - Surfin'
09 - Salem
10 - Sasquatch
All songs by The Visitors



BAND:
Erin : Bass & Vocals
Kevo Polo : Drum & Vocals
Skottie : Guitar & Vocals

04 dic 2013

The Chromosomes - 2013 - Yes Trespassing


Ci sono tante band, soprattutto in Italia, che per diversi motivi non riesce a raggiungere la popolarità che merita: vuoi perchè non è mai stata considerata una priorità per i componenti, vuoi perchè si commettono errori di percorso, vuoi perchè non si baciano i giusti culi o che ne so... per mistero. 
Tra queste band, metto senza dubbio i Chromosomes. Non ho il talismano che mi dica il perchè, resta il fatto che a distanza di 20 anni, con la "stessa vecchia passione"  degli esordi la band guidata dal buon Massi torna con un nuovo disco Yes, Trespassing che già dal primo ascolto ti acchiappa con disarmante facilità.
Ma andiamo per ordine. Il disco, esce lo scorso 14 Ottobre dopo ben 7 anni dall'ultimo LP (nel mezzo un paio di 7'' e una raccolta), al momento solo in CD, grazie a una co-produzione firmata Inconsapevole Records e Waterslide Records (eh, si..bisogna andare in Giappone per farsi notare!grrr); il bel disegno in copertina è opera di Loris ex-bassista della band che per festeggiare il 20ennale insieme con l'ex-batterista Ale viene coinvolto in una reunion della primissima line-up per incidere il brano, Same Old Passion.
Chi conosce i Chromosomes sa già cosa aspettarsi da questo nuovo lavoro: un sound fresco e surfeggiante, coerente con gli esordi ispirati ai meglio Green Day (sia chiaro, prima che iniziasse l'abuso di ciuffi ed eyeliner) e sempre più contrario al sound moderno pulito e patinato delle band di nuova generazione.
Si parte quindi con una tripletta da urlo Siesta Forever-Pure Surf-I've Forgotten To Love: è un ottimo mix di melodie, velocità e coretti praticamente perfetto per rubare la mia attenzione. E il resto del disco prosegue su questa falsa riga, senza mai risultare noioso o ripetitivo, alternando pezzi più soft come My Dad Is A Skater o la semi-ballad She's All Right con pezzi dal testo più riflessivo come la "falsa-allegra" Finger On The Trigger (Massi, voglio una spiegazione!). Chiusura bomba con la già citata Still The Same Old Passion (il mio pezzo preferito!), My Golden Isolation ( già presente nello split con i finlandesi Tarjas) e l'inno festaiolo Don't stress it's a mess
E' un disco che continuerò ad ascoltare ad oltranza e sono certo che non passerà inosservato a tutti gli amanti del Punk Rock Made in Italy, che la vecchia Flower Punk Compilation rese celebre anche fuori dallo Stivale. 
Non posso che consigliarvi di procurarvi il cd. Contattate la band, le labels oppure lo Striped Punk Rock Shop: insomma non avete scuse!

» ENGLISH VERSION «

TRACKLIST
01 - Siesta forever
02 - Pure surf 
03 - I've forgotten to love
04 - Overnight sensation
05 - My dad is a skater
06 - She's all right
07 - Finger on the trigger 
08 - Another me
09 - Missing you 
10 - Still the same old passion
11 - My golden isolation
12 - Don't stress it's a mess


BAND
Massi : Vocals - Guitars
Luca : Bass - B vocals
Mimmo : Drums

Additional players:
Loris - Bass on #10
Ale - Drums on #10