Visualizzazione post con etichetta zatopeks. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta zatopeks. Mostra tutti i post

22 giu 2016

Info about Punk Rock Raduno

E' sulla bocca di tutti ormai da tempo, quindi non servono grandissime presentazioni, sicuramente diffondere il comunicato ufficiale può aiutare a fare un po' di chiarezza a chi ancora ha qualche dubbio o perplessità. 
La mia opinione è che sarà davvero una bella festa, oserei dire in famiglia. Tanti amici, tante band, tanta bella musica e i soliti accordi per quattro giorni. Non basta?
Nel nostro piccolo, stiamo cercando di dare il nostro contributo così unendo le forze con altre realtà come S.N.A.F.U., No Reason Records e Poison Heart 'Zine (rip) abbiamo deciso di realizzare una fanzine in vecchio stile. Nessuna anticipazione - anche perchè siamo nel bel mezzo dei lavori - mi permetto di dire a nome di tutti che siamo davvero orgogliosi di come si sta evolvendo consapevoli che sarà davvero un bel "giornalino". 
A quanto pare sono rimasti pochi posti liberi nell'ostello punk rock, quindi consiglio vivamente a chi avesse bisogno di un posto letto di prenotare. Concerto esclusivo e compilation del Raduno incluse nel prezzo. Mica male.


Otis Tours e Stripedmusic.com present:
Punk Rock Raduno
July 14-15-16-17 2016 Edonè - Bergamo




Innovative, free admission, all ages, open to everyone and to all kinds of ideas. Andrea Caredda (the Manges, Veterans, Striped Music) and Franz Barcella (Otis Tours, Edonè, Radio BAM!) have spent a big part of their lives being active in the underground scene, and they are now working together on a new festival, based on the very simple concept: 
“what if we bring together all the labels, distros, bands and artists of the International punk rock scene, in a single, open event?”
Not a single brand. Not built around a single name, or a star. Just a showcase, and a rally (“raduno”), for a part of the underground that never stopped being active, and also a great party that everyone is invited to join.

This is the first edition line up: 

Thu July 14 2016 // WARMUPSHOW (20:00 - 24:00) 
DEECRACKS (Austria) 
MIDRAKE (Switzerland) 
SUGUS (Spain) 
MEGA (Italy) 
Fri July 15 2016 // DAYONE (20:00 - 24:00) 
CHIXDIGGIT! (Canada) 
JIMMY VAPID (Canada) 
TOUGH (Italy) 
VOLKOV (Italy) 
Sat July 16 2016 // DAYTWO (15:00 - 24:00) 
THE MANGES (Italy) 
ZATOPEKS (UK) 
BABY SHAKES (USA) 
MUGWUMPS (Austria) 
THE LEECHES (Italy) 
LUCY AND THE RATS (UK) 
THE RATCLIFFS (Austria) 
Sun July 17 2016 // #FILLERDAY (12:00 - 20:30) 
SLANDER (Italy) 
COUNCIL OF RATS (Italy) 
TEENAGE BUBBLEGUMS (Italy)


Chixdiggit! European exclusive gig for their 25th anniversary? Check
Zatopeks celebrating their 15th? Check
Jimmy Vapid playing The Vapids hits backed by the MugwumpsCheck

Punk Rock Raduno will take place at Spazio Giovani Edonè in Bergamo, a multifunctional venue already known for underground events like Bergamo Sottosuolo, The Exhibition Night, Monster Zero Summer Mash, Vintage Roots Festival, Bergamo Reggae and more. 
To help all the people that will attend from out of town (and out of Italy), taking advantage of the (very close) Bergamo international airport, and to create an original “festival experience”, the dedicated offer is #punkrockhostel In the event days, the high-quality Bergamo Hostel, located in Monterosso (10 minutes walk to the venue) will accept only the festival crowd and artists. Beside accommodation and breakfast, the guests will receive a copy of the Punk Rock Raduno compilation, gadgets, and access to an exclusive secret show that will take place in the hostel. It is still possible to book accomodation at:


The punk record labels that will take part in the first edition are Surfin’ Ki Records (Italy), It’s Alive Records (USA), Monster Zero Records (Austria), Striped Records (Italy). 
They will have at least two bands of their roster playing at the fest, and they contributed to the release of a vinyl LP of the Punk Rock Raduno. 18 previosly unreleased or rare songs from the 18 bands composing the festival line up. The record will be available at the event, and hostel guests will get a free copy. And there is more: DJ sets, Ramones.World exhibit, merchandise and records vendors, the Punk Rock Raduno fanzine
Edonè is also an excellent hangout for food&beverages lovers, with his choice of restaurant, pizzeria, burgers, cupcakes, Italian specialties, cocktail bar. The Sunday July 17 will be dedicated to a special edition of Filler, the Italian convention of skate/punk/hardcore/DIY art and illustration. 

Discover more at www.punkrockraduno.com

06 mag 2015

Battle Of The Bands

Bom Prò - Autobus N° 7




Che li si conosca o meno, i Bom Prò da Livorno sono quasi 20 anni che suonano e nonostante il tempo passato hanno mantenuto inalterato lo spirito che li ha sempre contraddistinti, ossia quel sound anni '90 marchiato tricolore che tanto ci ha faceva battere il cuore, ormai anni fa.
In Autobus 7, tra momenti di alta goliardia/genuina "idiozia" (nel senso buono del termine sia chiaro, vedi Trombadaria, BirreQuaglia Innamorata) e sprazzi di maturità (Autobus n°7) i vecchi punk-rockers livornesi, a mio avviso, azzeccano l'album condito con ottimi cori  scuola Flower-Punk e con due cover, I Can't be, già comparsa nella Compilation Tributo dei Ramones, e Forza Sugar dei Rockin' Horse. Fare un album in italiano è ormai utopico ma i ragazzi hanno dimostrando che con il giusto spirito tutto è possibile.

Durango 95 - Fuckin' 40




Ho ricordi vaghissimi dei Durango 95, ricordo un lontano passato come cover/tribute band dei Ramones ( il nome è comunque abbastanza eloquente) e poi niente più.
A distanza di tanti anni, ho nuovamente notizie da parte loro, da quello che ho capito Ivano si è circondato di ex-membri dei Cani Pazzi e ha sparato fuori questo disco.
E' punk rock in italiano, ben suonato, ben prodotto e con dei bei cori ma che a volte cade davvero troppo nel banale (caratteristica comunque frequente del punk-rock in italiano ,eh). 
Gli spunti interessanti ci sono vedi, Fottuti 40, Un incubo, Happy (con la presenza di Ally Bubblegum), a voler dimostrare che non è necessario parlare di canne e sbirri per fare del buon punk-rock in italiano.  
Scelta coraggiosa coverizzare in italiano (Lo sceriffo, Death or Glory, E' tutto ok) ben 3 pezzi di 3 mostri sacri che a dire il vero non mi convincono affatto. Sinceramente mi aspettavo molto di più da chi gli anni '90 li ha vissuti in pieno, ma il mio parere vale davvero zero e sono certo che a molti altri quest'album sarà piaciuto e piacerà.

Cavaverman - 8​-​bit From Hell




Ho già avuto modo di parlare dei Cavaverman (ex-Viboras) lo scorso anno con la recensione di James Dead Again, ci lasciarono con un bel disco dal sapore Misfits/periodo Graves. E questo nuovo ep, continua sull'onda precedente a voler dimostrare che la passione per zombie, videogames 8-bit (leitmotiv dell' EP) è eterno anche se i 20 anni li hai già passati da un pezzo. Suonato bene (ma son certo che son in grado di fare ancora meglio) spicca senza dubbio la voce del cantante, incredibilmente potente e da sfruttare in pieno nelle prossime uscite (a quanto pare stanno lavorando a un nuovo album). Noi li aspetteremo con molta curiosità. Merita l'ascolto.


Honey - Honey



Adesso è il turno di parlare di un nome nuovo. Oddio, non proprio nuovo visto che mi hanno scritto tipo mille mesi fa, mille volte e solo ora mi sono messo a recensire l'album. Bene, gli Honey sono dei giovanotti della Romagna - nuove leve per intenderci - ma che sanno il fatto loro. Si parla di punk rock/hardcore melodico anni '90, colpisce la buona tecnica di base e un'ottima conoscenza dei "principi fondamentali" del periodo,
Pur risultando in alcuni casi un po' acerbi e violando ben due delle mie regole musicali (mai superare i 2:30 minuti e mai chitarre in levare), mi sento di promuovere i ragazzi aspettando con curiosità nuovo materiale. Ah, la Morning Wood Records, label olandese, ha pubblicato il disco. Che ci abbiano visto lungo?


Dee Cracks/Zatopeks - Behind the spotlight




C'era una volta Dee Dee Ramone, bassista della band più figa di tutti tempi che prese una clamorosa sbandata per il rap, abbandonò tutto, cambiò nome d'arte e incise Standing In The Spotlight. Riscontri negativi del periodo a parte, sin dal mio primo ascolto ho sempre considerato l'album una piccola gemma: lo stile di Dee Dee è il migliore anche quando vuol far cagare. 
A distanza di 25 anni, Dee Cracks e Zatopeks, in collaborazione con Striped Music e il Ramones Museum di Berlino, si sono uniti per omaggiare la loro amicizia e il compianto Dee Dee interpretando due pezzi a testa e dandoci un'idea di come avrebbero potuto suonare i pezzi in chiave-Ramones: i DeeCracks pescano Brooklyn Babe e Poor little rich girl, Zatopeks rispondono con Mash Potato Time e Baby Doll.
I pezzi (praticamente i miei preferiti) e gli interpreti - bene o male - li conosciamo tutti e sappiamo già cosa aspettarci: questo disco oltre ad essere un bel pezzo da collezione è il giusto e passionale omaggio verso un vero e proprio "Re". Da avere assolutamente.




» ENGLISH VERSION «

20 apr 2014

3 Shots For Easter

                                                               
La domenica di Pasqua, per quanto mi riguarda, è storicamente una domenica normale, ma senza partite. Approfittando quindi del tempo, faccio il mio esordio su IBR con una tripla recensione di dischi che hanno monopolizzato i miei ascolti nelle ultime settimane, in ordine di gradimento.
                                              
Lawrence Arms - 2014 - Metropole


Torna, dopo ormai quasi sette anni dal meraviglioso Oh, Calcutta!, una delle mie band preferite di sempre. Ho atteso l'uscita con particolare ansia, e non nascondo di essermi trovato un po' interdetto di fronte al primo singolo You are here, che non mi ha entusiasmato particolarmente. L'ascolto del disco per intero è stata una liberazione; come in passato, i miei preferiti rimangono i pezzi cantati da Brendan Kelly, più urlati e truci sia musicalmente che a livello di liriche. Si va da pezzi che trasudano disagio urbano come Chilean District o Paradise Shitty a poesie come Seventeener. Il tutto secondo un unico filo conduttore, ovvero la crescita (e/o l'invecchiamento, vedete voi), raccontando storie sulla propria città (Chicago) e su luoghi in perenne cambiamento.
La palma d'oro del pezzo migliore, ed è strano tenendo conto dei miei gusti relativamente ai TLA, la vince Beautiful Things, cantata da Chris. Un disco profondo ed emozionante, c'è poco altro da aggiungere. 
Unica pecca: il booklet è come al solito farcito di citazioni letterarie, una per ogni pezzo...rispetto ai dischi precedenti, però, mancano completamente i riferimenti rispetto a dove siano state tratte. Ma questa è una perversione mia e li perdono.

Zatopeks - 2013 - About bloody time


Secondo nella mia classifica per mezzo punto. Nelle pause che mi sono concesso da Metropole ho consumato il nuovo disco degli Zatopeks, ormai da anni divisi tra Londra e Berlino. Uscito per la It's Alive, About bloody time è il disco che ti aspetti dagli Zatopeks. Punk rock alla Ramones, echi di rock'n'roll anni '50, ballatone. Il tutto nello stile poetico a cui ci hanno abituati i cinque inglesi con i dischi precedenti. Si parte da One Evening e Alert!, classici pezzoni in quattro quarti; quest'ultima impreziosita da strofe parlate e declamate dal megafono. Si procede tra accelerate improvvise (Politics, Neu-Isenburg) e ballads quasi commoventi (Acetate). 
Aggiungeteci che live sono divertentissimi e sono dei ragazzi d'oro. Questo per quanto mi riguarda è sufficiente. Bentornati Zatopek Boys!

The Menzingers - 2014 - Rented World


Mmm...aspettative troppo alte dopo On the impossible past e il nuovo singolo In remission rendono Enri un po' perplesso. Il disco è oggettivamente bello, ma la sterzata verso terreni meno aggressivi è evidente. Poche urla, poche sfuriate, un disco molto più indie nel senso un po' pallosino del termine rispetto al precedente. I pezzi belli ci sono (Where your heartache exists e la stessa In remission sono delle bombe), per il resto mi viene a mancare un po' quella sensazione disperata e lancinante che mi aveva lasciato On the impossible past. Peccato, ma li aspetto comunque al Groezrock!

» ENGLISH VERSION «

Lawrence Arms - Metropole    

TRACKLIST:
01 - Chilean District
02 - You Are Here
03 - Hickey Avenue
04 - Seventeener (17th and 34th)
05 - Beautiful Things
06 - Acheron River
07 - Metropole
08 - Drunk Tweets
09 - The YMCA Down the Street from the Clinic
10 - Never Fade Away
11 - Paradise Shitty
12 - October Blood    

BAND:
Brendan Kelly - Vocals, Bass  
Chris McCaughan - Vocals, Guitar
Neil Hennessy - Drummer      

Zatopeks - About Bloody Time

TRACKLIST:

01 - One Evening                        
02 - Alert!                              
03 - The Romance Of A Bus Stop In The Rain
04 - Politics
05 - Acetate
06 - Neu-Isenburg
07 - Wait For The Fall
08 - Chequerboard                        
09 - Exile Blues
10 - Baltic Moon
11 - Mechanised
12 - Life Is Elsewhere

BAND:
Will DeNiro - vocals
Sebby Zatopek - guitar
Pete Sematary - drums
Sammie the Giant - bass, vocals
Spider - guitar, vocals


The Menzingers - Rented World

TRACKLIST:
01 - I Don't Wanna Be An Asshole Anymore
02 - Bad Things
03 - Rodent
04 - Where Your Heartache Exists
05 - My Friend Kyle
06 - Transient Love
07 - The Talk
08 - Nothing Feels Good Anymore
09 - Hearts Unknown
10 - In Remission
11 - Sentimental Physics
12 - When You Died

BAND:
Greg Barnett - Guitar/Vocals
Tom May - Guitar/Vocals
Eric Keen - Bass
Joe Godino - Drums